Scorribanda del venerdì LE GIURIE

Published on agosto 26th, 2017 | by Perri

0

A tavola sulla spiaggia, 25 anni di cucina e simpatia al Forte by Gianni Mercatali

Metti una sera di fine agosto “A tavola sulla spiaggia” ai Bagni Roma di Levante a Forte dei Marmi, metti una tradizione che dura da 25 anni, metti soprattutto l’entusiasmo e la capacità di legare di Gianni Mercatali, grande uomo di comunicazione perché dotato di grande umanità; uomo di mondo, anche se non ha fatto il militare a Cuneo, come Totò, ma capace di radunare un parterre di giurati e concorrenti ognuno con una sua specialità. Tutti concorrono al successo dell’evento. Venticinque anni non sono pochi. Due giorni bellissimi in Versilia con Gianni e Flavia e tanti amici. Tutti particolari, a modo loro. Gianni mi ha fatto l’onore di chiamarmi a far parte della giuria, dove ho ritrovato  molti amici, da Davide Oldani a Beba Marsano, da Cristoforo Trapani ad Andrea Cecchi, ai colleghi Aldo Fiordelli e Eleonora Cozzella, a gastronauta Davide Paolini. Altri ne ho conosciuti. A cominciare da Corinne Clery, splendida attrice e persona veramente speciale, semplice e diretta. La sera prima del concorso di cucina, cena a Pietrasanta da Filippo, con il vulcanico Gianfranco Vissani, Corinne Clery, Flavia, la moglie di Gianni. Di Filippo, che ha due locali e un B&B, tornerò a parlare tra breve. Il giorno dopo appuntamento sul Roof Garden dell’Una Hotel (uno dei tanti sponsor e sostenitori dell’evento a cominciare dal Comune di Forte dei Marmi) di Lido di Camaiore per un brunch di ampio respiro gastronomico (dalla tartare di ricciola a una squadra di dentici alla griglia) con la Ribolla Gialla di Collavini e, sul dessert, i distillati Nonino.

Dopo un pomeriggio di relax eccoci sulla spiaggia. Tra cuochi, amici e il tramonto sul Forte.

DAVIDE OLDANI CON GIANNI MERCATALI OLDANI, FRANCESCHINI, GUIDI, VISSANI, MERCATALI, PAOLINI

Qui, con la conduzione di Anna Maria Tossani, lieve ma abile e decisa (soprattutto con alcuni intemperanti) è cominciata la gara di cucina con dodici piatti abbinati a dodici vini. A cominciare la tenzone sono state Sabrina Reali e Ilaria Mugnaini (nella foto sotto)  con la loro torta d’erbe della Lunigiana, da me particolarmente apprezzata perché molto vicina, come sapore e gusto, alle torte salate liguri.

SABRINA REALI E ILARIA MUGNAINI

 

E poi a seguire tutti gli altri. Comunque bravi nell’intendere la cucina come momento conviviale, divertimento, passione. Comunque bravi nel subire le critiche di qualche giurato che non aveva capito che non eravamo a Masterchef e non bisognava interpretare un copione già scritto, facendo anche i pedanti, ma divertirsi. E i concorrenti, uomini e donne, spesso un uomo e una donna insieme ai fornelli, due cuori e una ricetta, sono stati i migliori, accettando le critiche. Bravi. E bravi soprattutto nella preparazione dei piatti. Alla fine hanno vinto tutti, anche se c’è stato un vincitore assoluto: il Premio Comune di Forte dei Marmi, Lo scolapasta d’argento (realizzato da Petruzzi & Branca argentieri – Brescia design Antonio C. Petruzzi) e Premio Harry’s bar Firenze sono andati a Silvana Iannaccone  (foto sotto) per la sua “frittata di spaghetti”, abbinato al vino Arnaldo Caprai Cuvée Secrète 2015.

SILVANA IANNACCONE

Qui di seguito tutti i premi assegnati. E un grazie a Gianni per la regia da Oscar, discreta, essenziale, abile nel contenere certe personalità straripanti e nel dare a tutti qualcosa, in termini di umanità e simpatia. Alla prossima.

 

PREMISPIAGGIA1PREMISPIAGGIA2

 

Tags: , , ,


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑