Non neghiamoci nulla IMG_2912

Published on ottobre 7th, 2015 | by Perri

0

Expo, cene d’autore con le stelle del Lazio

Purtroppo (per chi non lo riceve) queste cene sono a invito. Nel ristorante di Identità Golose all’Expo si stanno cimentando alcuni dei migliori cuochi del Lazio, nel progetto “Sotto le stelle del Lazio” che ha coinvolto tutti i 23 chef stellati della regione. Roma, tra l’altro, vanta il maggior brillio tra le città italiane con 16 cuochi premiati, a vario titolo, dalla Guida Rossa. Tutti, lo raccontano anche dagli schermi in un filmato, si sono impegnati a promuovere nella loro importante cucina i prodotti regionali, la ricchezza del territorio che racchiude 15 Dop, 11 Igp, per i vini 3 Docg, 27 Doc e 6 Igt, 386 prodotti iscritti nel registro delle produzioni tradizionali del Ministero delle Politiche agricole. Molte di queste eccellenze le ritroviamo nella vetrina dell’Expo con alcune cene a quattro mani da fine settembre a fine ottobre. Programma. 21 settembre: Pesce salato e pesce d’acqua dolce del Lazio con Sandro Serva, La Trota Rivodutri; Gianfranco Pascucci, Al Porticciolo Fiumicino;  28 settembre: Il Lazio dall’alto di una terrazza: giuda ballerino… che eden (una battuta ai romani non si nega mai) con Fabio Ciervo La Terrazza dell’Eden Roma e Andrea Fusco Giuda Ballerino (da Dylan Dog) dell’hotel Bernini; 6 ottobre: C’è tutto un mondo intorno… al Lazio con Francesco Apreda Imago dell’hotel Hassler e Roy Caceres, Metamorfosi; 19 ottobre: Le colline del Lazio parlano al mondo con Salvatore Tassa Le colline ciociare, Acuto; Iside De Cesare La Parolina, Trevinano; 26 ottobre: Ritorno al futuro: viaggio nella tradizione gastronomica di Roma e del Lazio (con Apicio e il recupero del De re Coquinaria) con Anthony Genovese del Pagliaccio e Daniele Usai il Tino, Ostia.

Un bel percorso di cui ho fatto due tappe, quella del pesce di mare e di acqua dolce con l’amico Sandro Serva e Gianfranco Pascucci: uovo di carciofo con salsa di topinambour e mentuccia (Serva) un must della Trota;

IMG_2814

spaghetti allo stracotto di tonno, pecorino e basilico (Pascucci); carpa in crosta di semi di papavero con salsa di rape rosse, patate e crescione di sorgente (Serva), come trasformare un pesce che nessuno usa in un grande piatto; spuma ghiacciata di finocchio marino, erbe di duna e ricotta romana con nocciole di Viterbo e crema di limone (Pascucci). E poi quella con Roy Caceres e Francesco Apreda: uovo 65° carbonara (Caceres); risotto cacio, pepi e sesami (Apreda), in cima alla mia personale hit parade IMG_2908; maialino in porchetta all’eucalipto, mango e capperi fritti (Apreda); uva fragola all’olio extra vergine, ricotta, miele e nocciole (Caceres), qualcosa di fresco e nuovo IMG_2915. Vini laziali, accento laziale, prodotti laziali. Tutto Lazio, con gusto, arte e spettacolo, come ci si aspetta da una terra ricca di tutto questo che vuole essere valorizzata.

 

           

Tags: , , ,


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑