Non neghiamoci nulla IMG_2825

Published on settembre 23rd, 2015 | by Perri

0

Krug, Bartolini e la patata, una soirée musicale (in tutti i sensi)

La foto in copertina racconta un’esperienza sensoriale a tutto tondo. Tre calici di champagne Krug – da destra a sinistra Krug 2003, id, 414070; Krug Rosé id. 413070; Krug Grande Cuvée Recreation 2003 id. 313052 – e uno dei piatti di Enrico Bartolini, chef giovane che apprezza, negli altri ma anche in se stesso, la dote dell’ascolto. Saper ascoltare è una grande virtù. Il cicaleccio uccide il sentimento, la poesia, la buona tavola. Saper ascoltare rende liberi. Non solo le parole, ma anche la musica, di grandi artisti come Jacky Terrasson “il pianista della felicità” e del suo gruppo e di Cecilia Chailly nostra signora dell’arpa, ma anche il profumo e il gusto di un Krug d’annata, o l’armonia di sapori di un piatto assemblato in modo speciale da un grande cuoco italiano. Tutto questo nel bell’evento Krug alla Fonderia Napoleonica Eugenia di Milano, antiche mura (restaurate bene) di mattoni e metallo, scandito dall’esuberanza del presidente della Maison Krug Margareth Henriquez, Maggie per gli amici ma non solo, e dalla musica. Un percorso ritmato del buon vivere. L’hanno chiamata Krug Symphony numero 2.

IMG_2822

 

Due lunghe tavolate percorrono l’antica fonderia rimessa a nuovo in un popolare quartiere di Milano, tiepidezza di settembre, acciottolato e champagne. Patata e nobili bollicine. Abbinamento curioso, stuzzicante, diventato un libro  elegante “I say potato, you say potato”, in cui il rinascimento del tubero più democratico che c’è viene celebrato da alcuni grandi cuochi internazionali, tra cui il nostro Enrico Bartolini, in abbinamento allo champagne (di cui sono ambasciatori).  Dici patata e in tutto il mondo sai di cosa parli. Con lo champagne è lo stesso, anche se la prima la trovi in qualsiasi mercato rionale mentre il secondo no. Però eccoli abbinati, con intermezzi musicali, tra queste antiche mura con le creazioni di Enrico: patata soffice uovo e uova (Krug 2003); pollo, morchelle, capperi e rolls di patata (nella foto) (Krug Rosé); filetto di manzo piemontese servito crudo in una patata, accompagnato da finger lime, lamponi e salsa di nocciole.

IMG_2823

 

Conclusione con i cantucci di Enrico. Pura musica, pensando a tutta la serata, a cominciare dalla chiamata alla cena, con lo chef che suona la vecchia campana per avvicinare i commensali alla tavola.

IMG_2818

La vita è un percorso a ostacoli, momenti come questo, potendo viverli, li abbassano un po’. Abbiamo risposto alla campana di Enrico (e di Krug) perché la notte è ancora lunga. Capisci a me.

Tags: , , ,


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑