Live Blogging BURULTIMA

Published on aprile 6th, 2020 | by Perri

0

L’ultima volontà in Bur: Annibale Canessa continua la sua avventura (ma nel 2021)

L’ULTIMA VOLONTA’ IN BUR, USCITA SPOSTATA NEL 2021

Torna in un nuovo formato, quello della Bur, la terza avventura di Annibale Canessa, “L’ultima volontà”, dopo la pubblicazione nella collana Noir-Rizzoli. L’edizione economica doveva uscire il 14 aprile, ma a causa di coronavirus sarà spostata nel 2021. Comunque potete sempre trovare il libro originale di cui offriamo una sintesi.

SINOSSI

Un ex brigatista rosso ammette in punto di morte di non aver compiuto la strage per cui ha scontato decenni di galera. Non è stato lui ad aver massacrato, nel 1986, tre carabinieri nella campagna emiliana. Una confessione al contrario che significa solo una cosa: i veri assassini sono ancora in libertà. E sono potenti. Hanno depistato, intorbidito le acque, creato un labirinto di specchi in cui la verità sembra irraggiungibile. Ma l’ex colonnello dell’Arma Annibale Canessa non si fermerà di fronte a nulla pur di fare giustizia, ed è per questo che riunisce la sua squadra: il fido maresciallo Ivan Repetto, Piercarlo Rossi detto il Vampa, miliardario e aspirante uomo d’azione, l’atipico hacker Matteo Bernasconi. Con loro affronta un’indagine che lo porterà a esplorare i recessi più oscuri della storia italiana, un caso che affonda le radici nelle ombre della Resistenza e della Liberazione, e le allunga fino ad oggi, nei palazzi romani della politica.
Una pista di sangue lunga settant’anni, costellata di morti innocenti e di segreti inconfessabili. Mentre il colpevole continua a tessere le sue trame, l’ex colonnello si ritroverà faccia a faccia con l’anima nera di un Paese in pace, ma mai pacificato. Con la terza avventura di Annibale “Carrarmato” Canessa, Roberto Perrone torna ad affondare le mani nelle pieghe più oscure della storia d’Italia. Senza fare sconti a nessuno.

«Se c’è uno che, al netto di mezze verità, doppi, tripli giochi, e depistaggi, può arrivare in fondo ai misteri d’Italia, quello è Canessa.» Severino Colombo (CORRIERE DELLA SERA)


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑