Live Blogging regali-last-minute

Published on dicembre 23rd, 2020 | by Perri

0

Natale buono last minute: i solidali Albereta e Vergani, la Mini golosa, Costaripa e lambruschi di Bonacini

Parola d’ordine: Natale buono. Ogni giorno dal 1 dicembre novembre alla vigilia, propongo un prodotto, un libro o un’iniziativa golosa che possa rendere migliore il nostro Natale. Che sia un buon Natale, ma anche un Natale buono. Con i tuoi (nel senso di parentame allargato riunito) o solo con gli affetti più prossimi, ecco qualcosa con cui viverlo più golosamente. E anche umanamente. 

———-

Cari amici (o almeno spero non nemici) di perrisbite, ecco alcuni consigli last minute per passare, se è troppo tardi per Natale, anche più in là, giorni felici di resistenza umana e golosa. Vi auguro buon Natale 

SOLIDARIETA’- ALBERETA, VERGANI, “PANETTONE SOSPESO”, GIOTTO

L’Albereta ci invita tutti a cena sulle colline di Erbusco, in mezzo ai vigneti Bellavista. Un sogno buono. “Sogniamo di avervi tutti di nuovo qui, seduti alla nostra tavola. Per ora l’abbiamo immaginata”. Con l’acquisto di piatti speciali, d’autore, dipinti da Maurizio Cattelan, Elmgreen & Dragset, Sarah Lucas, Helen Marte, Paola Pivi e Ragnar Kjartansson, è partito il progetto “Cena d’artista 2020”: verrà acquistata di una TAC per la diagnosi precoce delle polmoniti interstiziali da Covid-19. Vergani (76 anni di vita) ora ultima realtà del panettone industriale a Milano, ha donato 25 mila fette che verrano distribuite dal Pane Quotidiano, dall’Opera San Francesco, dal Ruben (il ristorante voluto da Ernesto Pellegrini) e da altri. Bene, Vergani è stato anche tra i partecipanti all’iniziativa dell’Associazione “Panettone sospeso” che ha raccolto 2.884 panettoni, consegnati a Casa Jannacci e a Milano Aiuta. Infine Giotto con il suo pluripremiato panettone e i suoi dolci preparati all’interno del carcere di Padova. Uno tra i più riusciti progetti di riabilitazione e imprenditoria. Un successo dato dalla qualità. 

VINO – COSTARIPA 

Il “Grande Annata Rosé Brut 2014” è, nomen omen, un grande rosé di Mattia Vezzola, storico enologo di Bellavista. Complesso con note di frutta rossa, fragole, ribes e pesca selvatica, agrumi. Anche fiori: violetta e ciclamino. Ampio ed elegante di gusto. Energico nell’abbinarsi al mare (dal crudo al guazzetto di calamari) ma anche con la selvaggina (quaglia).

VINO – IL LIBRO SUI LAMBRUSCHI DI BONACINI 

Luca Bonacini è di tutto un po’. Multi tasking si direbbe oggi. Scrive, assaggia, degusta, insegna, inventa. Soprattutto è Gran Maestro della Confraternita del Gnocco D’Oro di cui mi onoro di essere “Ambasciatore di Gran Gnoc”. Luca ha scritto un grande libro, esauriente e completo, su uno dei vini che amo di più, il Lambrusco. Spesso bistrattato e considerato di serie B, come tutti i rossi frizzanti: “Atlante dei Lambruschi Modenesi 2020”, Edizioni Artestampa, 25 euro. Una vera strenna per gli amanti dei libri sui vini e sul lambrusco in particolare. Questo libro abbraccia la storia e la terra del lambrusco. Non solo vino, cultura. Sessanta cantine, 160 etichette testimoniano di questa meravigliosa e, se vogliamo, nuova realtà. Viva il Lambrusco, onore al Gran Maestro. 

AUTO – MINI GOLOSA/NATALIZIA 

I Love Mini. A Natale mi faccio sempre quindici giorni di Mini, purtroppo quest’anno rien de rien. Però una Mini Countryman rossa è partita comunque per un viaggio in Italia alla ricerca delle consuetudini e delle tradizioni delle feste. Cinque posti comodi, la MINI Countryman Cooper S ALL4 “Chili Red”, ha consumi ridotti, molto ecologica. Le sue tappe. Il Pandoro nato a Verona e ritrovato nella Pasticceria “X Dolce Locanda”, del cuoco bi-stellato Giancarlo Perbellini, che nasce da una famiglia di pasticceri da metà Ottocento. Poi i tortellini in brodo, a Bologna, nelle varianti in brodo di gallina o cappone, provati Al Cambio, da Massimiliano Poggi. Non può mancare il Presepe, usanza nata in Italia ora diffusa in tutto il mondo: ecco l’unico presepe galleggiante al mondo, il Presepe della Marineria di Cesenatico (dal 1986). Per concludere l’albero di Natale più grande al mondo, quello di Gubbio, entrato nel Guinness dei primati, realizzato lungo le pendici del Monte Ingino. 

OLIO – OPERA OLEI RILANCIA

Il Consorzio Opera Olei tiene botta, malgrado il confinamento (lockdown per chi chiama Londra). I sei soci del consorzio, da sei diverse regioni italiane, giudicano positiva la stagione. Opera Olei nasce dal desiderio di fare “cultura dell’olio”. I sei del consorzio presieduto da Riccardo Scarpellini, sono: Olearia San Giorgio di San Giorgio Morgeto (Reggio Calabria), Agraria Riva del Garda  (Trento), Frantoi Cutrera (Monti Iblei, RG),  Azienda Agraria Viola di Foligno (Perugia), Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (Grosseto), Mimì di Modugno (Bari). 

SFIZI – ORCO 

Un marchio storico di senapi e salse con stessa ricetta da 110 anni, pochi ingredienti, massima qualità. Oltre ai classici, due paste: quella di acciughe e quella con i capperi di Pantelleria. Per Natale (e fine anno) pronti diversi pacchi regalo.   http://www.orco.it/shop.html 

NEGOZI – BONARDI E SAN GIUDA

La Gastronomia Bonardi (Viale Umbria, 27, Milano, 02- 5516787) è il mio grande approdo goloso a Milano. Piccolo ma ricco di sapori di ogni tipo (anche vino). Ormai per Natale ve lo scordate, ma per il futuro prendete nota. Sono appena tornato, invece, dalla spedizione per il canonico gelato di Natale alla gelateria San Giuda di San Donato (Piazzale Supercortemaggiore, 2 tel. 02-55600511): il gelato con una storia, il miglior gelato di Milano, anche se non sta a Milano.

logo-alberetaProgetto - Disegno 1_100verganitambucostaripa-mattia-vezzola-grande-annata-rose-brut-2014OperaOlei_Totale_1_LowATLANTELAMBRUGiotto-Hero-BigdegustazioneminitortellinoBONARDIgelateria-cioccolateria

Tags: , , ,


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑