Non neghiamoci nulla logo opera olei_claim JPG

Published on febbraio 26th, 2020 | by Perri

0

Opera olei: eccellenze unite per raccontare la diversità del prezioso oro verde

L’olio è come il vino, invece ancora si pensa che un olio vada bene con tutto. Non può essere,  se riflettiamo sul fatto che che in Italia ci sono oltre 500 cultivar da cui si producono extravergine differenti per intensità, gusto, profumo, carattere e storia. Per far conoscere la diversità nell’eccellenza si sono uniti in consorzio  6 produttori di olio extra vergine di oliva, con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’olio evo (abbrevio con un senso di disagio per l’espressione) di qualità. Così è nata Opera Olei:  ne fanno parte Olearia San Giorgio (San Giorgio Morgeto, Rc), Agraria Riva del Garda (Riva del Garda, Tn), Frantoi Cutrera (Monti Iblei, Rg), Azienda Agraria Viola (Foligno, Pg), Frantoio Franci (Montenero d’Orcia, Gr), Mimì (Modugno, Ba).

Si parla di olio “emozionale” cioè “che porta dentro di sé non solo il gusto ma anche la tradizione e il sole che scalda le loro terre e il loro cuore” ha detto il presidente Riccardo Scarpellini durante l’evento milanese ospitato da Cavoli a merenda, dove il cuoco Matia Barciulli ha preparato alcuni piatti in abbinamento con questi oli di alta qualità , perché “la qualità che paga, sempre”. Concordo. Anche sull’impegno di questi produttori che girano il mondo, si confrontano e cercano una crescita costante promuovendo il loro prodotto e il territorio da cui proviene.  I produttori di Opera Olei curano i loro ulivi 365 giorni l’anno, con una pulizia assoluta del frantoio e una tecnica di frangitura moderna che valorizza  le particolarità delle diverse cultivar. Da questo punto di vista, l’olio è anche più ricettivo dei luoghi e dei profumi rispetto al vino. Effettivamente ho sentito il pomodoro dalle olive Tonda Iblea, il carciofo dalle olive Frantoio, il cardo dal  Moraiolo, menta e rosmarino dalla Coratina, mandorla verde dalla Casaliva, banana e la mela bianca dalla Ottobratica”.

Seguendo questa strada, Matia Barciulli  ha preparato alcuni piatti utilizzando le 6 monocultivar delle aziende Opera Olei. Da provare, sia il menu, sia i sei oli del Consorzio.

MENUOPERACopia di 20140420-_DSC9354

Tags: , , ,


About the Author



Lascia una risposta

Back to Top ↑